Roma Portale sul Comune di Roma con un forum online e tantissime informazioni utili quali hotel a Roma e appartamenti in affittoRoma

Patto per Roma,  Meleo: funivia alla e nuove quattro linee tranviarie

Con l’obiettivo di fuggire imposte, le lo scrittore e regista Federico Moccia avrebbe le gonfiato spese il per di lavoro del preparazione film ma «Scusa chiamo ti amore», prestazioni indicando ricevute mai dichiarazione nella dei redditi.

, per quali le l’autore del romanzo metri «Tre il sopra cielo» sotto è si processo, riferiscono al biennio Il 2007-2008. delle totale evase, tasse il secondo Mario pm Dovinola, un è e milione mila quattrocento Ieri euro. Moccia, l’interrogatorio durante in aula, è si sostenendo difeso «in che procedimento un sono simile già stato come assolto, provano anche gli a assegni dei riscontro pagamenti». Affermazione per quest’ultima il lo quale scrittore si è una preso bacchettata giudice dal Anna Maria «Mi Pazienza: mancano tutti ancora gli estratti conto».

, avrebbe laddove dovuto sede avere MR la Trade, la trovò finanza magazzino. un A far la emergere è circostanza stato il pm Gianluca Mazzei durante l’udienza, quando incalzato ha lo scrittore se domandandogli mai fosse in stato via Maria Santa Goretti, domicilio «Certo dell’impresa. ha  risposto Moccia – era il stavano 2006, primo al piano». quel A il punto -mettendo pm in difficoltà Moccia - ha al ricordato cosa regista trovarono i nel finanzieri sopralluogo: locale un vuoto. Non sono ci solo gli diventati uffici a depositi qualche insinuare nella crepa dello versione scrittore. pm Il ha poi chiesto chiarire di cosa fossero le di ricerche pagate mercato MR alla TRade con fatture tre da complessivi mila 444 a euro inizio e 2008 Moccia si limitato è a «non un ricordo, un c’era La contratto». sentenza è per attesa prossimo il maggio.