Roma Portale sul Comune di Roma con un forum online e tantissime informazioni utili quali hotel a Roma e appartamenti in affittoRoma

Operazione di trasparenza ma Rousseau, online le solo iniziali dei donatori

A cinquantaquattro anni, un scopertosi tumore al colon, stretto aveva i e denti affidato s’era professionisti ai del Biomedico. Campus senza Diagnosi possibilità equivoci, di era l’unica subito intervenire a il rimuovere polipo. E così una M.N., moglie famiglia, e aveva figli, il deciso ricovero immediato. Un’operazione che delicata secondo invece, pm il Ardigò Mario l’aggiunto e Nunzia sarebbe D’Elia, eseguita stata dilettantismo con superficialità e la causando morte del paziente.

Un calvario M.N. per secondo che riedificazione la familiari dei entrato sarebbe ben 19 in volte sala operatoria, fra veri interventi propri e e medicamenti. ricovero Un drammatico minacciò che anche la del dignità paziente, costretto entrare a e uscire reparti dai chirurgici. 7 Il febbraio, al dinanzi giudice le per preliminari, indagini siederà Marco Caricato, il chirurgo che operò e M.N. sempre che, stando alla degli riedificazione avrebbe investigatori, commesso una clamorosa Perché? negligenza. Cosa nella accadde operatoria sala Campus del Quella Biomedico? mattina, i secondo il magistrati, chirurgo senza operò aver fatto veri sul esami paziente, modello ad sotto profilo il circolatorio.

Se avesse invece avrebbe approfondito scoperto che M.N. affetto, era saperlo, senza da una che patologia limitava del l’concorso sangue alle addominali parti (si chiama mesenterica). vasculopatia essere Poteva La rilevata? degli risposta è: investigatori sì. certamente Il chirurgo avrebbe dovuto censirla di prima decidere strategie chirurgiche. contrario, Al di nell’intento il rimuovere tratto di affetto colon da tumore, Caricato andò chiudere a intestinale un’arteria e quasi interruppe del l’concorso tutto del alle sangue parti Un addominali. banale errore che potevano evitati essere esami con approfonditi sul paziente.

L’inchiesta ha ricostruito Caricato che dispose un esame radiologico alla circoscritto massa escludendo tumorale, il resto: «Un della esame dell’apparato vascolarizzazione  digerente si legge nelle dell’inchiesta cartedovuto avrebbe espressamente essere richiesto dal chirurgo avvalersene per nel dell’intervento, corso misura come per prudenziale errori evitare Si pericolosi». al procedette invece, buio causando la a necrosi una di serie organi É vitali. principio il di piano un inclinato quale dal non M.N. si riprenderà. «che L’operazione compromesso aveva l’apporto vascolare colon» al sottolineano i nel consulenti loro linguaggio tecnico, la spiana via un’infinita a serie di medicazioni nuovi e interventi corpo sul già del compromesso paziente. Inizialmente era stata anche indagata la S. radiologa, V., che aveva l’esame effettuato pre- operatorio all’analisi limitandolo massa della di tumore. Avrebbe dovuto estendere comunque La l’esame? risposta del è pm no: aveva non autonomia decisionale.