Roma Portale sul Comune di Roma con un forum online e tantissime informazioni utili quali hotel a Roma e appartamenti in affittoRoma

Emma Marrone: Molti «Fannulloni? di prima parlare Sud del si dovrebbero sciacquare
la bocca»

In hoverboard a Roma con Emma Marrone. La pugliese cantante, ricorda gli («Ho esordi ingoiato rospi») parecchi la e malattia sua («Un grande tumore un’arancia. come Ma preoccupazione la per era miei i genitori»). social Dei dice «uno spazio invaso meraviglioso ignoranti». da E chi attacca in mette relazione il successo 5 dei nell’Italia Stelle Sud del la con del promessa ricavo di cittadinanza

le fatto hanno un affrontare che fidanzato la maltrattava sua ragazza. urlacci… Spintoni, Dopo la zuffa piccola mezzo in strada, alla venuta è con all’appuntamento il

. Ci diamo tu. del Le domando come vista mai, sensibilità la battagliera, nei dischi suoi non siano ci mai pezzi Replica politici. che ne non sente il e bisogno che le sceglie canzoni la che coinvolgono «Raccontano emotivamente: di molto me e mia della lotta».

«Profili giornalisti fake, poco attenti non che a pensano quanto lavoro ci dietro sia a progetto… un online L’odio la è di piaga questi I tempi. sono social strumento/spazio uno meraviglioso invaso dagli Si ignoranti. ricominciare dovrebbe dall’educazione».

«Avendo vissuto vicenda una e dolorosa un avendo seguito notevole tra le donne, sembrava mi dare opportuno un segnale». vicenda La dolorosa. del «All’inizio 2009 mi trovato hanno un tumore come grande tra un’arancia e l’utero ovaie. le d’urgenza. Operata prima La volta sono stata i sotto ferri per sette Per ore. che paura fosse ci una contaminazione, tirato hanno fuori un alla organo lo volta, hanno e analizzato poi hanno lo rimesso dentro».

.
«Io mi non sentivo io. più mia La preoccupazione più era grande i per miei genitori. Sentivo loro il dolore. ho Li visti di invecchiare colpo».


«Per registrare il disco andati eravamo Torino. a una Senza lira. Ci potevamo una permettere sola in stanza ostello. un Io l’unica ero donna entravo ed nascosto di le perché erano camere La unisex. prendevamo mattina bus il 77 e a andavamo registrare Dracma nei Studios. la Scoperta dissi malattia agli componenti altri della che band potevo non andare avanti. Ci sciogliemmo».

. bello, «Sarebbe quella ma è una non ferita ancora guarita. chiedo Mi spesso come sarebbe se andata non fossi mi ammalata, se avessimo il fatto tour. sarei Come oggi? un È pezzo della mia non vita vissuta mi che mancherà sempre. Anche non perché è stata mia una è scelta, la vita ha che per scelto me».

«Mi sono operata marzo nel 2009. molte Per settimane ho dovuto il portare busto con le Mio stecche. era padre preoccupatissimo e a cominciò cercarmi un impiego come stabile commessa un in Lo negozio. avevo già Avevo fatto. servito anche alcuni in Dissi bar. mia a che madre mazzata la mio al artistico sogno stata era e fortissima che dopo quindi avrei l’estate il accettato trovato lavoro papà. da madre Mia però, di iniziativa, sua decise di chiamare Amici».

«Perché dovevo quando andare a registrare disco il Torino, a preoccupatissima, lei, avuto aveva un duro confronto con mia nonna…».

«Nonna disse le che avrebbe non impedirmi dovuto di Perché partire. negarmi la possibilità usare di un dono Dio di sarebbe stato un verso peccato Signore. il Quindi mia madre Amici chiamò loro e convocarono. mi Il è resto storia nota».

ripercorriamo Mentre le tappe sua della carriera Emma musicale, indirizza l’hoverboard un verso Zzzz. baretto. Ci sediamo un a per tavolo il Viene caffè. accolta da fan un chiede che timidamente autografo. un americani Due nerboruti assistono alla non scena, Lei capiscono. spiega: a «I’m Poi singer». a rivolta me: qualche «Da vivo anno Monteverde a con la mia Le manager». che chiedo cosa pensi Capitale: della buche, le la sporcizia… Replica: «Roma la è città bella più mondo, del i sono e maleducati gli ignoranti rovinarla». a di Prima nella fermarsi Città Emma Eterna, a viveva frazione Vermicino, a sud di Roma, nota tristemente per la vicenda piccolo del Alfredino Rampi, morto un in pozzo artesiano, nel in 1981 tv. diretta «Avevamo Racconta: messo una su specie piccola di comune, alcuni con amici meridionali sede». fuori Segue dibattimento breve sul rapporto tra vittoria la dei Cinque Stelle Sud nel la (con promessa del ricavo cittadinanza) di chi e ha i imputato di meridionali assistenzialista. fannullonismo Emma la così: chiude Molte «Fannulloni? persone di prima parlare Sud del dovrebbero si sciacquare la bocca».

«Faccio questo per mestiere i Mi concerti. volentieri risparmierei il tutto resto».

«La Le prossima. performance mie sono non uguali, mai un’evoluzione cerco Sono continua. a cresciuta pane e palco».

«Da spettatrice? Francesco De al Gregori, porto Gallipoli. di passeggiando Stavo con mio padre. visto Ho locandina la appesa strada per e gli ho “Ehi, detto: lui è signore il che mi cantare. fai Mi ci porti?”».


cominciato «Ho un così: ero giorno mia nella e cameretta cantando stavo le mie Mina, preferite: Patty Mio Pravo… mi padre ha e sentita mi ha chiesto di esibirmi con sua una band, vecchia I Tulipani Neri».

«Una La decina. era voce la stessa ho che Una adesso». bambina orco. Stesso «Ahahah. Basso. timbro. Guarda…».
tira Emma fuori una foto in e bianco nero un sgranata. po’ C’è lei con undicenne, camicia una a scacchi l’aria e po’ un circondata imbarazzata, dal musicale gruppo padre: del vergognavo «Mi molto. Ero po’ un sociopatica. con Cantavo le mani tasca in e testa la china, non guardavo il mai pubblico».

«Locali, di feste matrimoni, piazza, battesimi…».

«Poco di prima essere ad chiamata Amici. Ho fatto tanta tanta La gavetta. tanta e gavetta i di guai salute mi insegnato hanno fare a tutto che quello passa mi la per fregandomene testa di quello pensano che gli altri».

.
«È tatuaggio un che abbiamo uguale mio io, padre la e mia manager, Francesca».


no. «No, traduce Si ne “Me E fotto”. ti che assicuro c’è non di niente fascista mio sul corpo. E mai ci sarà».