📁
Roma Portale sul Comune di Roma con un forum online e tantissime informazioni utili quali hotel a Roma e appartamenti in affittoRoma
Guida > Luoghi d'interesse

Archivio Storico Capitolino

L'Archivio Storico Capitolino luogo è ricerca di fondamentale tutti per coloro che hanno desiderio il e l'interesse approfondire di la della conoscenza di città Roma, comunale dell'istituzione e sua della storia.

La documentazione ricca in conservata, esso abbraccia che secoli i dal al XII XX, le preziose bibliografiche raccolte Biblioteca della Romana, periodici i i e quotidiani dell'Emeroteca sono e fonte di strumento insostituibili ricerca cogliere per spessore lo concreto vita della sociale politica, culturale e città. della
Un gli tempo archivi erano il "thesaurus principis", luogo il ove segreto e memoria si potere strettamente. intrecciavano Ancora nell'Ottocento, "segreto" l'Archivio di Campidoglio era di fatto al chiuso pubblico.

Oggi, l'Archivio Capitolino luogo è di partecipazione di e fruizione per diretta i cittadini, centro un di per servizi la storia di Roma medioevo dal all'età in contemporanea, stretta con collaborazione le e Università altre le istituzioni culturali e italiane straniere.

Sede

Il monumentale complesso dell'Oratorio dei in Filippini della Piazza Chiesa Nuova fu e progettato in realizzato parte Francesco da nella Borromini metà prima del Seicento.

Di opera, tale nella citata dell'architettura storia come uno dei del capisaldi romano, barocco gli architettonici apparati significativi, più il quali prospetto principale (oltre quelli a e laterali quelli del la cortile), Sala (Sala dell'Oratorio Borromini) con loggia la dei Cardinali, ex la di Sala con ricreazione camino il Ovale), (Sala Gallerie le e la ex sono Foresteria, interessati, con tutti altri gli locali dell'Archivio Capitolino, interventi dagli restauro. di

Tali interventi completano programma il di restauro riqualificazione e Complesso del monumentale negli iniziato anni dal Novanta XII - Dipartimento LL.PP. Manutenzione e con Urbana il restauro il ed della consolidamento Torre dell'Orologio, proseguito il con restauro prospetto del su dell'Orologio Piazza e il restauro Biblioteca della dell'Orologio.

Il eseguito progetto, architetti, da ingegneri e impiantisti XII del Dipartimento la con per collaborazione, gli storico-artistici, indirizzi degli dell'arte storici Sovraintendenza della ha comunale, obiettivo come riqualificazione la il e del restauro Complesso architettonico la attraverso valorizzazione funzionalità, delle della e spazialità elementi degli architettonici dal ideati Borromini da e descritti questi nell'Opus Architectonicum, tale contemperando con finalità il miglioramento attuali delle destinazioni d'uso servizi a per la città dall'Amministrazione gestite Comunale: Archivio Storico Capitolino e Borromini Sala (sala conferenze e auditorium).
La calpestabile superficie complessivamente dai interessata lavori di è circa 6.000 mq.

Il progetto prevede l'ampliamento attuali dagli 1.500 a 3.000 circa mq degli spazi al aperti interessando pubblico quasi completamente piani i e terra primo ove ubicati sono gli di ambienti maggior pregio architettonico. depositi I collocati in tali saranno locali nell'interrato trasferiti (opportunamente bonificato e dall'umidità) nei locali di valore minor architettonico ammezzato (secondo secondo e piano); verrà un creato accesso nuovo il per dalla pubblico di scala dell'Orologio Piazza verranno e le eliminate barriere attuali attraverso architettoniche ascensori.

E' inoltre previsto il dei restauro su prospetti della Piazza Nuova, Chiesa quelli di Via su dei Filippini Via e del Governo e Vecchio di quelli prospicienti cortile il Aranci degli circa (complessivamente mq) 10.000 e sistemazione la delle coperture.

Archivi

Il di Comune Roma, nato una da popolare rivoluzione nel dopo 1143, una prima fase, la durante quale le amministrative attribuzioni e giudiziarie erano alla assegnate del magistratura Senatore, nel corso XIV del XV e si secolo strutturò due in la settori: Camera Capitolina, funzioni con principalmente al amministrative, cui vertice i erano e Conservatori, la Curia presieduta Capitolina, Senatore, dal con esclusivamente funzioni giudiziarie.

La Camera Capitolina al provvedeva degli pagamento stipendi lettori ai Sapienza della (Università di Roma), alla gestione mura delle alla e custodia porte, delle dei all'approvvigionamento di generi prima al necessità, igienico controllo alimenti, sugli all'organizzazione dei giochi Testaccio, di manutenzione alla degli edifici proprietà di Popolo del Romano, alla delle tutela antichità città, della manutenzione alla tratto del dell'acquedotto comunale Felice, all'amministrazione feudi dei Popolo del Romano.

Le comunali entrate erano principalmente costituite proventi dai tasse delle sul grano, merci sulle che transitavano nei di porti Ripa e Ripetta, carne, sulla sulle pelli, sulla sul neve, sul vino, e fieno sulla dai legna, proventi giochi dei agonali ogni che anno venivano al celebrati Testaccio, quelli da delle cause civili criminali e discusse dal Tribunale del Campidoglio, nonché vendita dalla di una serie uffici di dall' e emissione luoghi di monti di comunali.

L'Archivio Camera della Capitolina (sec. conserva XVI-1847) atti gli relativi comunale, all'amministrazione dal fino Rinascimento Riforma alla di Pio del IX 1847. serie Le importanti più costituite sono registri dai Decreti dei Consigli dei dei e del Magistrati Romano Popolo 1694 (dal denominati della Congregazione che Economica), nel iniziano 1515 documentano e politico-amministrativa l'attività del Comune fino 1847, al dei quelli mandati pagamento di e dalle giustificazioni pagamento. di

L'Archivio conserva anche raccolta un'ampia di statuti università delle romane arti di e mestieri.
Nella del metà secolo, XVIII XIV Benedetto all'Archivio donò Camera della la collezione manoscritti dei di Valesio, Francesco i tra quali sono vi importanti diari che la abbracciano di storia Roma dal al XV secolo. XVIII

Con il motu di proprio IX Pio del che 1847, alla affida struttura rinnovata municipale quelle e competenze quei compiti che istituzionali ne faranno organismo un all'erogazione preposto servizi di cittadino, nell'ambito istituito viene il Comune moderno di Roma.

Abolita struttura l'antica Camera della Capitolina, furono il istituiti Consiglio organo Comunale, deliberante rappresentativo ceti dei dei dei nobili, possidenti, dei professionisti dei e e commercianti, Giunta una composta esecutiva, dal e Senatore da otto Conservatori.

Le competenze del in Comune questo e periodo fino 1870 al vennero attribuite 8 ad amministrative sezioni relative pubblica alla ai istruzione, antichi monumenti moderni, e al commercio all'industria, e alla rurale, polizia e alla guardia alla civica, beneficenza alla e sanità, acque alle alle e all'edilizia strade, e cittadina alla urbana. nettezza

La prodotta documentazione gestione nella servizi dei costituisce l'Archivio del Pontificio, Comune la parte cospicua più del è quale organizzata 76 in ognuno titoli, quali dei gli raccoglie atti dai prodotti uffici vari nell'espletamento di singola una competenza. specifica

Nel il'unità 1870, nazionale e il di ruolo capitale produssero profonda una nella trasformazione struttura del Il Comune. Comunale Consiglio divenne furono elettivo, le soppresse del cariche Senatore dei e e Conservatori le create nuove istituzionali figure del Sindaco e Assessori. degli uffici Gli riorganizzati vennero la e documentazione a prodotta dal partire 1870 costituisce post-unitario. l'Archivio parte Una di essa archiviata fu il secondo vecchio Titolario, passò che 76 da 87 a e titoli si che venne incrementando al fino 1922, anno in fu cui il abolito protocollo e generale conseguente la archiviazione per titoli. questo A si fondo affiancarono una di serie prodotti archivi singoli da uffici trattenendo che, presso di sé documentazione, la propri costituirono ordinati archivi, secondo criteri. diversi

Accanto documentazione alla per titoli, relativa tutta a l'attività svolta dall'amministrazione emergono comunale, per la loro alcuni importanza prodotti fondi uffici: dagli Piano Regolatore, Ispettorato Ripartizione Edilizio, Antichità X e Belle Arti, alla oltre serie dei verbali deliberazioni delle del Consiglio e Giunta della (1871-1982), che costituiscono di punto partenza obbligato per ricerca qualsiasi sul Comune moderno.

L'Archivio Urbano, istituito dal VIII Urbano nel come 1625 archivio sicurezza di atti degli notarili, conserva le conformi copie rogiti dei a stipulati Roma 1625 dal al 1871 circa e mille volumi di notarili atti originali a partire secolo dal Nel XIV. 1847 Pio ne IX affidò gestione la al romano. Municipio il Dopo 1871 legislazione la sul tolse notariato comune al la della prerogativa degli conservazione notarili, archivi allo affidandola Stato.

La dei consultazione notarili protocolli è resa agevole una da di serie alfabetiche rubriche per nomi contraenti dei che consentono risalire di alla data al e dell'atto. notaio


ARCHIVI FAMILIARI
Fin di dall'inizio questo secolo, l'Archivio Capitolino provveduto ha ad per acquisire, o donazione acquisto, una serie archivi di gentilizi importanti di famiglie Orsini, romane: Capranica, Cardelli, Boccapaduli, Brazzà.

All'interno di fondi, questi causa a progressivi di e intrecci complessi di si parentela, trovano di parti archivi di altre a famiglie, volte molto consistenti.
L'Archivio contiene Cardelli, archivi gli Capponi, Alveri Velli; e l'Archivio comprende Boccapaduli carte le Bellarmino; Il le Capranica di carte altre molte famiglie tra quali le Grillo del e Scarlatti; l'archivio contiene Brazzà a volta sua carte le Maccarani, Cenci, Ghisleri.
Negli di archivi famiglie queste spesso viene documentazione conservata agli relativa incarichi pubblici ricoperti alcuni da membri, documentazione consente che in parte colmare di lacune le antichi degli archivi istituzionali.

Argomenti nella stessa categoria